I lamenti di Icaro di Charles Baudelaire

 
 

I lamenti di un Icaro di Charles Baudelaire

Una poesia di Charles Baudelaire da leggere e ascoltare in Poesiainvoce – I lamenti di un Icaro di Charles Baudelaire

 


 
 

 I lamenti di un Icaro di Charles Baudelaire

 

Gli amanti delle prostitute
sono allegri, gagliardi e ben pasciuti;
quanto a me, ho le braccia a pezzi
a forza di abbracciare nuvole!

È grazie agli incomparabili astri
che ardono nel profondo del cielo
che i miei occhi consunti
non vedono che ricordi di soli.

Vanamente ho preteso di trovare
la fine e il centro dello spazio!
Sento che la mia ala si spezza
sotto non so che occhio di fuoco!

e arso dall’amore del bello,
non avrò l’onore supremo
di dare il mio nome all’abisso
che mi servirà da tomba.

 

Archivio Charles Baudelaire

 

Cerca Parafrasi, Sinossi, Poesie…

Ricerca personalizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.